Convenzione U.N. sui diritti del fanciullo

Convenzione U.N. sui diritti del fanciullo
Riepilogo delle sostanziali articoli

L'obiettivo della Convenzione è quello di definire standard per la difesa dei bambini contro l'abbandono e di abuso che devono affrontare a vari livelli in tutti i paesi in via di tutti i giorni. E 'attento per consentire le diverse realtà culturali, politiche e di materiale tra gli stati. La considerazione più importante è il migliore interesse del bambino. I diritti enunciati nella Convenzione possono essere, sostanzialmente raggruppati in tre sezioni:

Fornitura: il diritto di possedere, ricevere o avere accesso a certe cose o servizi (ad esempio, un nome e una nazionalità, assistenza sanitaria, istruzione, riposare e giocare e la cura per disabili e orfani).

Protezione: il diritto di essere al riparo da atti e pratiche (ad esempio, la separazione dai genitori, l'impegno nella guerra, sfruttamento commerciale e sessuale e di abusi fisici e mentali) nocivi.

Partecipazione: Il diritto del bambino ad essere ascoltato sulle decisioni che riguardano la sua vita. Come abilità progresso, il bambino dovrebbe avere maggiori opportunità di prendere parte alle attività della società, come preparazione alla vita adulta (ad esempio la libertà di parola e di opinione, cultura, religione e lingua.

Preambolo

Articolo 1: Definizione del bambino
Ogni essere umano al di sotto di 18 anni a meno che essa sia raggiunta in precedenza in base alla legge applicabile al bambino.

Articolo 2: non discriminazione
Tutti i diritti devono essere concessi a ogni bambino, senza eccezioni. Lo Stato deve proteggere il bambino, senza eccezioni. Lo Stato deve proteggere il fanciullo contro ogni forma di discriminazione.

Articolo 3: Le migliori interessi del bambino
In tutte le decisioni relative ai fanciulli, l'interesse superiore del bambino deve essere la considerazione principale.

Articolo 4: Attuazione dei diritti
L'obbligo dello Stato di assicurare che i diritti della Convenzione siano applicate.

Articolo 5: genitori, famiglia, diritti delle comunità e delle responsabilità
Membri sono tenuti a rispettare i genitori e la famiglia nella loro funzione di crescita dei figli.

Articolo 6: La vita, la sopravvivenza e lo sviluppo
Il diritto del bambino alla vita e l'obbligo dello Stato di assicurare la sopravvivenza del bambino e lo sviluppo.

Articolo 7: Nome e nazionalità
Il diritto dalla nascita a un nome, ad acquisire una cittadinanza e di conoscere e di essere allevato da suo o dei suoi genitori.

Articolo 8: Conservazione di identità
L'obbligo dello Stato per aiutare il bambino a ristabilire l'identità, se questo è stato illegalmente ritirato.

Articolo 9: non-separazione dai genitori
Il diritto del minore di mantenere il contatto con i suoi genitori in caso di separazione. Se la separazione è il risultato di detenzione, l'imprigionamento o di morte lo Stato deve fornire le informazioni al bambino o dei genitori per la sorte del familiare mancante.

Articolo 10: Ricongiungimento familiare
Le richieste per entrare o uscire paese per ricongiungimento familiare sono trattate in modo umano. Un bambino ha il diritto di mantenere contatti regolari con entrambi i genitori quando questi vivono in Stati diversi.

Articolo 11: trasferimento illecito e di non ritorno dei bambini
Lo Stato deve combattere il rapimento di bambini da parte di un partner o di terzi.

Articolo 12: Espressione di parere
Il diritto del bambino di esprimere la propria opinione e di avere questa presa in considerazione.

Articolo 13: Libertà di espressione e d'informazione
Il diritto di cercare, ricevere e diffondere informazioni in varie forme, tra cui l'arte, la stampa, la scrittura.

Articolo 14: Libertà di pensiero, di coscienza e di religione
Membri devono essere rispettare i diritti ei doveri dei genitori di fornire indicazioni per il bambino nell'esercizio di questo diritto in conformità con le capacità evolutive del bambino.

Articolo 15: Libertà di associazione
Il diritto del fanciullo alla libertà di associazione e di riunione pacifica.

Articolo 16: Privacy, l'onore, re # @ $% zione
Nessun fanciullo sarà oggetto di interferenze con la vita privata, la famiglia, la casa o nella sua corrispondenza.

Articolo 17: Accesso alle informazioni e supporto
Il bambino deve avere accesso alle informazioni provenienti da varie fonti; dovuta attenzione è riservata alle minoranze e le linee guida per proteggere i bambini da contenuti nocivi deve essere incoraggiata.

Articolo 18: Responsabilità dei genitori
Entrambi i genitori hanno una responsabilità comune per l'educazione del bambino e assistenza sono forniti ad essi nello svolgimento delle responsabilità genitoriali.

Articolo 19: Abuso e trascuratezza (mentre in famiglia o di cura)
Stati hanno l'obbligo di proteggere i bambini da ogni forma di abuso. Programmi sociali e di sostegno sono messi a disposizione.

Articolo 20: la cura per i bambini in assenza dei genitori Alternativa
Il diritto del bambino a cure alternative con le leggi nazionali e l'obbligo per lo Stato di tenere in debito conto la continuità in background culturale, linguistica o etnica, religiosa del bambino nella fornitura di cure alternative.

Articolo 21: Adozione
Membri sono tenuti a garantire che solo gli organismi autorizzati effettuano adozione. L'adozione all'estero può essere presa in considerazione se le soluzioni nazionali sono state esaurite.

Articolo 22: I bambini rifugiati
Una protezione speciale deve essere data ai bambini rifugiati.
Stati membri collaborano con le agenzie internazionali a tal fine ed anche per riunire i bambini separati dalle famiglie.

Articolo 23: I bambini disabili
Il diritto di beneficiare di cure speciali e di educazione per una vita più piena nella società.

Articolo 24: Assistenza sanitaria
L'accesso ai servizi sanitari di prevenzione e cura, nonché la graduale abolizione di pratiche tradizionali dannose per il bambino.

Articolo 25: verifica periodica
Il bambino che si è piazzato per la cura, la protezione o il trattamento ha il diritto di avere il posizionamento recensione su base regolare.

Articolo 26: sicurezza sociale
Il diritto del bambino alla sicurezza sociale

Articolo 27: Tenore di vita
Responsabilità dei genitori per fornire condizioni di vita adeguate per lo sviluppo del bambino, anche quando uno dei genitori è vivere in un paese diverso dal suo luogo di residenza.

Articolo 28: Istruzione
Il diritto all'istruzione primaria gratuita, la disponibilità di educazione professionale, e la necessità di misure volte a ridurre i tassi di drop-out.

Articolo 29: Obiettivi della formazione
L'educazione dovrebbe favorire lo sviluppo della personalità e talenti del bambino, la preparazione per una vita adulta responsabile, il rispetto dei diritti umani, così come i valori culturali e nazionali del paese del bambino e quella degli altri.

Articolo 30: I bambini delle minoranze e dei bambini indigeni
Il diritto del bambino ad una minoranza o un gruppo indigeno di godere la propria cultura, di praticare la propria lingua.

Articolo 31: gioco e la ricreazione
Il diritto del bambino a giocare, attività ricreative e di partecipare alla vita culturale ed artistica.

Articolo 32: sfruttamento economico
Il diritto dei minori alla protezione contro le forme dannose di lavoro e contro lo sfruttamento.

Articolo 33: sostanze stupefacenti e psicotiche
Protezione del minore dal loro uso illecito e l'utilizzazione del bambino nella loro produzione e distribuzione.

Articolo 34: sfruttamento sessuale
Protezione del bambino dallo sfruttamento sessuale, compresa la prostituzione e l'uso di bambini in materiale pornografico.

Articolo 35: rapimento, la vendita e il traffico
Obbligo dello Stato per impedire il rapimento, la vendita o la tratta di bambini.

Articolo 36: Altre forme di sfruttamento

Articolo 37: la tortura, la pena di morte, privazione della libertà
Obbligo dello Stato bambini vis-a-vis in stato di detenzione.

Articolo 38: I conflitti armati
I bambini sotto i 15 anni non devono prendere parte direttamente alle ostilità. No reclutamento di bambini sotto i 15 anni.

Articolo 39: Recupero e reinserimento
Obbligazioni di Stato per la rieducazione e il reinserimento sociale dei minori vittime di sfruttamento, di tortura o di conflitti armati.

Articolo 40: Giustizia minorile
Il trattamento di bambini accusati di violare la legge penale deve promuovere il senso di dignità del bambino.

Articolo 41: Diritti del bambino in altri strumenti
Articolo 42: Diffusione della Convenzione
Il dovere dello Stato di rendere la convenzione conosciuto per adulti e bambini.

Articolo 43-54: Attuazione
Tali commi prevedono una commissione per i diritti del fanciullo per sorvegliare l'attuazione della convenzione.